I “legami di bollicine” arrivano in Germania